Mercato Brado – 4 giugno h 14 – parliamo di: GENUINO CLANDESTINO A TERNI _ SETTEMBRE 2016

GCAPRILEDEF2-qualit
Incontro Nazionale, Settimo San Pietro (CA)
8 marzo 2016
caicoccislide_02a
CAICOCCI TERRA SOCIALE – Lettera aperta alle reti ed alle realtà territoriali
4 agosto 2016
Show all
web

GENUINO CLANDESTINO A TERNI _SETTEMBRE 2016

Appello ai comitati territoriali in lotta contro le devastazioni ambientali

Genuino Clandestino è una campagna nazionale che nasce nel 2010 per sostenere e diffondere le agricolture contadine che tutelano la salute della terra, dell’ambiente e degli esseri viventi.

Genuino Clandestino si incontra due volte l’anno nelle realtà che ospitano un nodo territoriale.

Mercatobrado aderisce a Genuino Clandestino ed è presente a Terni dallo stesso anno.

La necessità era ed è quella di ribadire un principio di autodeterminazione alimentare, ovvero l’accesso ad un cibo genuino, certificato in modo partecipato, che provenga dalle terre che ci ospitano.

Il prossimo settembre Genuino Clandestino sarà a Terni.

Nel ternano la situzione ambientale critica generale pone con ancora più forza la questione della genuinità del cibo che mangiamo, dato lo stato di salute della conca con i suoi inceneritori, le pluricentenarie acciaierie ed il polo chimico.

La contaminazione delle matrici alimentari è cosa nota, così come i progetti di speculazione ambientale mascherata da green economy che negli ultimi anni sono diventati un mantra. E’ di inizio maggio la notizia di un’ordinanza che vieta l’allevamento e le coltivazioni sui terreni vicino alla Thyssen. Ed ancora il recente rapporto ISPRA sulla contaminazione delle acque a causa di pesticidi (glifosato nello specifico) che in Umbria tocca la punta del 95%.

Meno note sono le esperienze delle comunità in lotta in questo territorio e la frammentazione non aiuta a colpire il nemico comune.

Per questo proponiamo che Genuino Clandestino a Terni diventi un’occasione per poter riconnettere questi percorsi contro le devastazioni in Umbria (comitato no inceneritori, contro l’eolico, la geotermia, l’acquedotto sul nera, e “chi più ne ha più ne metta”) iniziando a costruire un’alleanza fra movimenti urbani, singoli cittadini e movimenti rurali.

Le pratiche che vogliamo mettere in atto sono quelle di autorganizzazione, solidarietà, cooperazione e cura del territorio, contro ogni logica di delega e rassegnazione.

Chiediamo alle varie realtà di rispondere a questo appello e eventualmente contribuire al gruppo di lavoro avviato da Mercato Brado in vista di settembre.

Per chiunque volesse iniziare a discutere su un percorso comune ci vediamo il 4 giugno alle 14, durante la giornata di Mercato Brado in Via del Raggio Vecchio a Terni. (dietro il Palazzone di Viale Brin//vicino al CS Cimarelli)

per info: mercatanti@gmail.com // mercatobrado.blogspot.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *