APPRODIAMO AL MANIFESTO

Un’altra esperienza interessante è quella di Genuino Clandestino. Sul sito – genuinoclandestino.noblogs.org – leggiamo: «Siamo contadini e artigiani. Utilizziamo risorse abbondanti come il tempo ed il lavoro umano e risparmiamo quelle preziose come l’acqua e la Terra. Cerchiamo di vendere i nostri prodotti nel territorio che ci circonda, aggiungendogli così il valore del prodotto locale». In questa rete decine di coltivatori, allevatori, pastori e artigiani si sono uniti per resistere alle logiche economiche e alle regole dell’agroindustria. Ma anche alle norme igienico-sanitarie Ue che bandiscono i piccoli produttori.
La qualità è alta, e soprattutto ogni prodotto, nel rispetto naturale, difende l’idea dell’ambiente come bene comune.